COFEE SHOP

Nel descrivere Amsterdam è impossibile non tenere conto del suo fascino trasgressivo e off-limits. Il Capodanno è un momento ideale per respirare quest’aria inebriante.

I Coffee Shop tappezzano la città e attirano migliaia di turisti desiderosi di un divertimento alternativo all’insegna della cannabis e dell’hashish.

Attenzione: questo non vuole assolutamente essere un incentivo al consumo di droghe, solo un constatare una delle tante realtà parallele di questa affascinante e stimolante capitale.

Con a disposizione un vero e proprio menù che illustra le tipologie di cannabis, il cliente può comprare il prodotto che più lo attira e decidere se consumarlo all’interno del locale, spesso accompagnato da un bel tè caldo, o portarselo via. E’ importante però sottolineare che è vietato e perseguibile per legge fumare per le vie della città.

I coffee shop inoltre propongono ogni sorta di gadget, dalle cartine alle pipette, dai cilum ai narghilè, senza dimenticare l’immensa scelta di dolciumi per compensare eventuali cali di zuccheri! Per ovvi motivi la maggior parte dei negozi non vende bevande alcoliche.
Salette piccole e riservate collocate nei vicoletti, locali più imponenti e appariscenti, ad Amsterdam si trova ogni tipo di Coffee Shop.

D’obbligo passare almeno una volta al celebre Bull Dog o all’esotico BABA, ma anche le dimensioni meno turistiche possiedono un carattere ben definito e spesso meno caotico (oltre a prezzi nettamente inferiori!!!!).

Passando agli Smart Shop è giusto ridimensionare lo spirito trasgressivo, dal momento che questi negozietti  oltrepassano dei confini che sarebbe giusto non valicare. Ognuno è dotato di propria responsabilità, ma la vendita di sostanze allucinogene ed eccitanti comporta rischi tremendi.  Prestate quindi molta attenzione e casomai non riusciate a fare a meno di andare oltre, siate sempre in gruppo e MAI da soli. Di eventi spiacevoli in passato ce ne sono stati, frutto di superficialità e poco giudizio.