Sagra del fungo e del tartufo: sapori d’autunno

Sagra del Fungo e del Tartufo-tartufo

 

La prima edizione della Sagra del Fungo e del Tartufo di Vizzolo, alle porte di Milano, è stata un grande successo. Tre giorni di festa e di eventi culinari dal 25 al 27 ottobre, che hanno esplorato a 360 gradi il mondo del fungo e del tartufo, due prodotti gustosi ma delicati e di difficile lavorazione, protagonisti delle tavole italiane, di infiniti libri di ricette, dagli antipasti ai dolci, ma, ancor più, esempi della biodiversità del territorio italiano e del clima mediterraneo.

Una manifestazione con ingresso gratuito e un percorso gastronomico racchiuso e raccontato in un’area allestita appositamente nell’Area Feste, per godere del clemente clima autunnale di fine ottobre.

Un evento dedicato ad un pubblico goloso e a estimatori che, durante tutto il weekend, valuteranno i prodotti al tartufo in vendita.

Sagra del Fungo e del Tartufo: la ricca gastronomia

La Sagra del Fungo e del Tartufo di Vizzolo è un’occasione per scoprire le centinaia di varietà di funghi conosciute e distinguere quelle commestibili, materie prime rare e ricercate come il tartufo, le loro proprietà salutari, entrambi ingredienti che arricchiscono e valorizzano ogni piatto.

Il porcino, lo champignon, i prataioli, sono i funghi must della sagra: funghi con delle consistenze e dei sapori unici, versatili in ogni tipo di portata e per tutti i palati, dal gusto più amaro, neutro o dolciastro, diffusi o meno comuni, alcuni da poter mangiare sia crudi che cotti.

Sagra del Fungo e del Tartufo-funghiLa sagra è un’occasione, anche, per degustare il tartufo, il più nobile dei funghi: un prodotto costoso e limitato, ma che usato anche in minime e sufficienti quantità, svela un sapore forte, deciso e inconfondibile. Il tartufo nero pregiato di Norcia, il tartufo nero invernale e il tartufo bianco, eccellenze italiane dagli aromi particolari, sono le star de La Sagra del Fungo e del Tartufo di Vizzolo.

Ciò che rende l’evento ancora più unico, sono gli abbinamenti tra tutti gli ingredienti stagionali, freschi, locali, ideati dai professionisti e chef: le verdure autunnali, le caldarroste fumanti e saporite, i vini rossi e bianchi scelti per ogni creazione (Barbera, Bonarda, Riesling, Pinot e Rosè) e la pregiata polenta di Storo DOC, una polenta artigianale preparata appositamente dai maestri polentieri della Valle del Chiese in Trentino.

Per chi non piò fermarsi agli stand per mangiare, si può usufruire del comodo servizio take away, richiedendolo direttamente in cassa durante l’ordine, così, i piatti preferiti verranno confezionati in comode vaschette da utilizzare in forno e nel micro-onde.

Ricette casarecce, tradizionali e innovative, sane e buonissime.

Sagra del fungo e del tartufo, un momento di grande festa

La Sagra del Fungo e del Tartufo si svolge presso l’Area Feste di Via Verdi a Vizzolo, a soli 20 km da Milano. Una tensostruttura di 1.300 mq è allestita all’interno dell’Area Feste, con circa 2.000 posti a sedere disponibili, con un servizio di prenotazione tavoli per gruppi più o meno numerosi, che desiderano evitare lunghe code e attese. Uno spazio coperto, a riparo da vento e pioggia, per assicurare ai visitatori della sagra un’esperienza tranquilla e piacevole.

Sagra del Fungo e del Tartufo-castagneL’apertura del tendone è prevista alle ore 19 il primo giorno di fiera, il venerdì, e dalle ore 12, per pranzo, fino a tarda serata, il sabato e la domenica.

Una sagra, questa, che vuole puntare alla qualità dei prodotti offerti ad un pubblico vasto e a regalare una serata di divertimento e convivialità a famiglie e amici, ogni sera accompagnati da musica dal vivo. Un p0′ come succede durante il capodanno a Amsterdam, anche se là il divertimento è in grande stile e a 360°!